U’ MILITI IGNOTU ‘NCAMINU ; HALLOWEEN

U’ MILITI IGNOTU ‘NCAMINU

traduzione:

Il milite ignoto in cammino

Io sono il milite ignoto di Chiaravalle Centrale…Una settantina d’anni fa ero un po’ diverso…Stavo In un recinto in mezzo a Piazza Dante…Poi mi hanno  posizionato sul Castello circondato dalle nuvole perché mi volevano simbolo di un Parco della Rimembranza…Quindi mi è toccato stare al Cimitero tra le croci di quelli che sono morti in tempo di guerra…E adesso mi hanno spostato poco più lontano accanto all’elenco stampato dei Caduti…Chissà dove sarò  fra un paio d’anni…Ma anche se in cammino sarò il muto segno di un grido…”Viva l’Italia!”

HALLOWEEN

traduzione:

Dolcetto …Scherzetto…

D’ottobre, a tarda sera del trentuno…

Per americano si spacciò compare Bruno….

Per maschera una zucca intagliata…

Per  spaventare un ombrello sforacchiato…

Stivaletti di gomma imbrattati di creta…

Un paio di jeans stretti e tutti lisi….

Un vecchio mantello tipo pecoraio…

Al braccio sinistro un bel paniere…..

Muovendo la testa come una tartaruga

Andava in giro per la ruga con una candela accesa…

Alla prima casa gli diedero una caramella

Ridendogli dietro e mormorando…”-Questa è bella!”

Alla porta appresso mastro Lorenzino

Gli disse..”-Entra che  adesso ti offro un bel grappino…

Lo assaggiò e disse..”-Ma è acqua del rubinetto,,,”.

“-Questo ti tocca, compare…è uno scherzetto…”

Si affacciò pure comare Antonietta…che mormorò…

“-Ti è andata proprio bene ,testa di zuccone!”

Il mascherato andò a casa  e si cambiò gli abiti.

Ritornò ad essere Compare Bruno  e poi regalò

La zucca e la caramella alla  sua nipotina…

Dopo si riempì, alla botte, un grosso boccale di vino

E le disse…”-ora tuo nonno, per festeggiare halloween,

si mangia un bella razione di spezzatino!

Lascia un Commento