CIAO
Friday, June 23, 2017
MADONNA DELLA PIETRA DI CHIARAVALLE CENTRALE
SANT'ANTONIO DA PADOVA
SANTI MEDICI COSMA E DAMIANO
SAN BIAGIO PROTETTORE DI CHIARAVALLE CENTRALE
chiaravallepro.it  : UN PONTE TRA PASSATO E FUTURO

FRANCO CANDILORO

Classificato in/Posted in Personaggi 1 category

 

FRANCO CANDILORO 

Caro Franco,

rifiutiamo di prenderne coscienza; ma tu ci hai lasciati da più giorni e non ci nascondiamo che ci manchi.

Ci manca il tuo modo di essere, il tuo modo di agire e di rapportarti, il tuo modo di affrontare e risolvere  i problemi: sapevi essere duro e sensibile, passionale e delicato, pragmatico e deciso.

Sapevi impegnarti senza delegare: affrontavi personalmente i problemi sia quelli che richiedevano impegno fisico che intellettuale. E gli altri soci, che comprendevano, non ti lasciavano mai solo. Tutti ti aiutavano nell’espletamento degli impegni assunti, che avevano condiviso sin dalla fase progettuale.

Negli anni, per la tua creatura (l’Ass. Culturale Tempo Nuovo) hai affrontato criticità d’ogni genere (nella in famiglia, nella professione, e nel sociale). Malgrado ciò, hai portato avanti il tuo discorso culturale per il tramite della finzione scenica che avrebbe dovuto far crescere la società offrendo gli strumenti per comunicare e per far riflettere.

La tua aspirazione più grande era quella di proporre alla nostra gente “lo spettacolo più bello che si possa mettere in scena: Il mondo che cambia. E l’hai fatto, ma non hai potuto attendere di ricevere anche il meritato applauso (quello per intenderci) delle generazioni che verranno per averle liberate dalla schiavitù “che impone chi sfrutta l’ignoranza.”

Ecco perchè avevi a cuore la crescita culturale dei fanciulli per i quali, tu e l’Associazione, avete profuso grande impegno, che nel tempo si era trasfomato in missione, in imperativo categorico.

Perciò quando la miope e ottusa visione della politica chiaravallese tagliò i contributi, l’Associazione tutta si indignò.

Nell’occasione tu e altro socio foste delegati a esternare in diretta televisiva il vostro sdegno che provocò grande scalpore.

Chi ha operato in questo paese sa per esperienza come si comporta la politica: essa è incapace di recepire l’idea di Associazioni e operatori culturali liberi da condizionamenti, da giochi di potere, e che non accettano rese incondizionate in cambio di un sostegno sotto tutela.

In questi casi la rottura è inevitabile e le sorti delle attività compromesse sopratutto quando, chi le promuove, non ha la forza economica per sostenerle.

Ciao, Franco, sappi che ti ricordiamo sempre e non dimenticheremo quanto hai realizzato e quanto ci hai insegnato. Sarai sempre tra noi a indicarci la strada giusta per far crescere la tua e la nostra Associazione. Non dimenticheremo che l’Ass. Cult. “Tempo nuovo” che “da piccola realtà è diventata qualcosa di “altrimenti” è una storia civile, che spiega perchè investire in arte può rappresentare un investimento in crescita del patrimonio cognitivo della città ed illustra anche che – se dietro alle buone scelte editoriali ed organizzative – ci sta anche la passione e l’impegno dell’intera collettività, allora la sfida si può vincere.”

L’ampliamento del raggio d’azione culturale di “Tempo Nuovo” in campi diversi e la pubblicazione di Versi e Versacci di Achille Sestito, curato da Caterina Menichini; il volumetto Quando le piccole realtà incontrano i grandi personaggi di Antonio Walter Rauti (con premessa del dott. Severino Salvemini e commento di Fabrizio Montanari, dell’Univ. Bocconi –MI-) e il volume di M. D. GULLI’, Claravavallis, Chiaravalle Centrale, hanno dato all’Associazione una connotazione nuova: Tempo Nuovo diventa supplente delle carenze della politica che in questi ultimi venti anni sembra abbia voluto rinunciare a guardare lontano.

L’ invito che rivolgo agli amministratori di oggi! Non abbiate paura di  volare alto!!!

      Mario Domenico Gullì

       (sanzogulli@libero.it)

Ed ora vivi
(dedicata a Franco Candiloro)

I grandi personaggi
non  muoiono mai…
Vivono nel cuore
di chi li ha conosciuti…
E tu,Franco Candiloro,
eri uno di essi…
quì, nella tua amata
Chiaravalle,
col sussiego
dell’umiltà….
Perciò ora tu vivi
in chi ti ha conosciuto,
apprezzato,voluto bene…

ed anche in chi
non ha capito
chi eri,cosa volevi…
Ed ora vivi
dietro il sipario
delle nuvole,
nel teatro eterno…
E da quì,
dalla platea attonita,
scoppia,per te,
 un silente applauso…
 ed un sussurro di lode:
Bravo Franco…
 E tu,dispensando un sorriso,
da un’immagine,
continua a dirigere,
da lassù,
la farsa della vita!

Peppe Sestito