Speciale Ernestino Schinella

Speciale  Ernestino Schinella

 

Ernestino Schinella premiato il 23.12.2002, a Palazzo Staglianò di Chiaravalle Cle,in un doveroso incontro organizzato dalla Pro Loco,per la partecipazione all’edizione di quell’anno dello Zecchino d’Oro.Il giovanissimo concittadino,finalista nazionale in quella manifestazione canora,è nato a Chiaravalle Centrale il 13.02.1997. Il Salone comunale che lo accoglieva era gremito di parenti ed amici del simpatico bambino che,tornato da Bologna raggiante di gioia ha regalato,con i suoi cinque anni,una grande soddisfazione ai genitori un compiacimento agli amici ed un motivo di orgoglio al paese. Assieme ad Ernestino — di cui sono stati proiettati dei filmati riguardanti l’iter della sua esperienza con lo Zecchino d’oro,dove si è esibito con il brano “Il Ramarro con tre erre”, — si sono esibiti nel canto,con la regia di Enzo Tino,i piccoli Anna Donato, Rosario Ferrazzo e Francesca Sammarco, che avevano partecipato alla selezione e che hanno ricevendo anche essi delle targhe di premiazione-ricordo di quel particolare evento. Con l’età è cresciuto anche il suo talento e così Ernestino si è trovato catapultato nella trasmissione di Rai Uno “Ti lascio una Canzone “ facendo breccia nel cuore del regista Roberto Cenci,della Giuria e del pubblico in studio e di quello votante da casa e soprattutto della presentatrice Antonella Clerici che se lo è tenuto vicino il più possibile di puntata in puntata facendolo diventare alla fine delle cinque settimane un ragazzino prodigio della Tv, considerato che andava in onda il sabato,in prima serata.E non poteva mancare il riconoscimento ed il rafforzamento della sua simpatia dalla sua cittadina cosicché il 21 agosto del 2008, sempre la Pro Loco,nel corso della nutrita programmazione estiva ha inserito una serata speciale tutta per lui e per molti dei suoi giovanissimi amici e colleghi artisti.La  vastissima platea lo ha visto protagonista dalle ore 21,30 fino alla  mezzanotte inoltrata sul palcoscenico allestito nel piazzale Liceo,assieme ad altri beniamini del pubblico televisivo come Simona Collura, Giuliana Danzè, Andrea Faustini, ed ancora Pasqualino Greco e Vincenzo Civita che nelle esibizioni col brioso ragazzino chiaravallese in Rai sono stati soprannominati in trasmissione il trio “Poco de Bonos” Il pienone del Cortile Liceo era,del resto, ssicurato. Infatti era riempito fino all’inverosimile da migliaia di persone accorse anche dai paesi del circondario.Il pubblico entusiasta(composto da grandi e piccini e buona parte del quale ha pure assistito allo spassoso spettacolo dall’adiacente corso Stagliano,su un maxischermo) ha risposto all’invito  allo svago con un mare di applausi scroscianti.I talentuosi cantanti si sono esibiti in brani di Ranieri,Modugno,Biuscaglione Morandi,ecc…,

Bellissime le interpretazioni di brani che hanno fatto la storia della canzone italiana e di “pezzi” mitici del panorama musicale internazionale: da “Caruso”, per citarne alcuni, a “Un amore così grande”, “Fatti mandare dalla mamma”, “Scende la pioggia”, “Tu si ‘na cosa grande”, “Nel blu dipinto di blu”, “Una carezza in un pugno”, “Erba di casa mia”, ad “I have nothing”,Il tutto in una bella e calda serata estiva presentata a dovere dal ben conosciuto Antonio Tavella supportato anche dalle strepitose esibizioni dei ragazzi conosciuti nei mesi scorsi e  proposte dai piccoli amici e componenti della “Spaghettini Band”, con i quali Ernesto Schinella,alla tastiera,nella sua cittadina, ha iniziato a muovere i primi passi nel mondo della musica ovvero: Giuseppe Barone, Alessandra e Domenico Corrado e Francesco Tino.Tutti sul palco,uniti  dalla grande voglia di far bella figura,di  suonare, cantare e stare assieme in allegria. Non poteva,quindi,mancare,la divertente entrata in scena di Ernestino Schinella con il suo cavallo di battaglia,quella  “Eri piccola così” di Fred Buscaglione,Numerose,per tanto,le manifestazioni di affetto e vicinanza nei confronti della stessa band paesana,ma ormai famosa, e di Ernestino che,reduce col suo trio,dal teatro Ariston di San Remo, e dallo Stadio Olimpico in occasione della Partita del Cuore in settembre è ritornato  sul piccolo schermo ad affiancare Pupo nella serie di trasmissioni dello Show intitolato “Volami nel cuore” ancora una volta il sabato sera,in prima serata,sul primo canale della televisione nazionale,divenendo anche in questo caso,il pupillo del ben conosciuto cantante-Presentatore e di milioni di telespettatori Un gran successo,peciò,la brillante manifestazione promossa dalla Pro loco, con il sostegno della Provincia di Catanzaro, il contributo dell’Amministrazione comunale e di sponsor privati, e che ha avuto la competente direzione artistica di Gianfranco Corrado, già presidente dell’associazione “Evviva la musica” A fine serata,sullo stesso boccascena, consegnate dal Sindaco Nino Bruno e dal Consigliere Provinciale Santo Sestito alcune  creazioni artistiche realizzate dall’orafo Nicola Macrì.con l’augurio di migliori successi ai partecipanti e con la speranza che in futuro la Pro-Loco possa realizzare altre iniziative a più ampio respiro.Una spintarella in tal senso l’ha data proprio lo “Speciale “ di Ernestino Schinella che,con il suo successo, ha riportato alla ribalta il nome di Chiaravalle  tant’è che il nuovo presidente della Pro Loco,Giuseppe De Leo,cosi  si è espresso a proposito:”«E davvero tanta la partecipazione— sintomo che quanto si riesce a lavorare bene, i risultati non tardano ad arrivare. L’obiettivo è stato centrato:quello di riempire di contenuti le serate di agosto e ci siamo riusciti.”..Difatti,l’Associazione turistica,anche quest’anno ha saputo coinvolgere le istituzioni locali, come la Regione Calabria, la Provincia di Catanzaro rappresentata dal consigliere provinciale Santo Sestito  e l’Amministrazione Comunale che patrocinato il cartellone ricco di iniziative come questa. Una serata che ha particolarmente divertito ed entusiasmato il pubblico che certo,se ne attende tante altre simili. “-Ernesto Schinella-ha concluso il presidente De Leo -è stato il valore aggiunto delle manifestazioni. La testimonianza è sotto gli occhi di tutti.Per rendergli omaggio e per farlo conoscere meglio ai tanti concittadini rientrati dall’estero o che, comunque,risiedono in altre parti d’Italia ,si è pensato a questa serata…”.E c’è da dire che Ernestino,dimostrandosi come al solito all’altezza del compito,se l’è davvero meritata.

Lascia un Commento