LA ROSPA

La Rospa

Bettina “A Rospa”…Così era detta una tale…

che aveva un generi alimentari nello stretto…

Un mattino, dopo un incontro occasionale,

salutò il sindaco,che le ricambiò l’ affetto.

E se ne andò,il sindaco,nel suo ufficio

che era in un palazzo a Piazza Dante…

Più tardi, il vigile, l’avvertì ansimante:

“Signor Sindaco,ho salito con sacrificio:

è arrivata la Rospa;e vuole conferire….

E’ in piazza,ferma;e aspetta lì sotto!”

“-Adesso non potrei…Ma falla salire…

Chissà cosa le è successo,così,di botto…”

“-Questo è proprio impossibile,davvero!”

“-Ma insomma,cos’è questo mistero?”

 “-Se vi affacciate subito dal balcone

scoprirete qual è la vera ragione…”

Si affacciò allora,il sindaco,e guardò.

Fece un cenno con la mano e poi sbotto:

“Ma che  Rospa!E’ una Ruspa con benna…

Capisco:volevi parlare l’italiano della penna!”

 

La Rospa

.
.
.

SCEGLI UNA RISPOSTA E PREMI VOTE

TI PIACE QUESTO RACCONTO?

View Results

Loading ... Loading ...

.
.
.
.
.

Lascia un Commento