I SOPRANNOMI DEI CHIARAVALLESI – A’ ‘Ngiuria

I SOPRANNOMI DEI CHIARAVALLESI – A’ ‘Ngiuria

“Cuomu vace e’ ‘ngiuria?” E’ questa una domanda che spesso, nelle nostre contrade, si sente pronunciare quando, non riuscendo ad individuare una persona attravérso il nome e cognome anagrafico,si cerca dí risolvere l’enigma chiedendo all’ínterlocutore quale sia il soprannorne del soggetto in questione.Infatti, la maggior parte delle famìglie chiaravallesi porta in dote un «alias» che molto spesso serve a farle riconoscere dalle altre che portano lo stesso cognome.Si può,quindi, pensare che la vera ragione «dè ‘ngìuri» sia proprio quella di risolvere i casi di omonìmia che, nei nostri paesi. sono veramente numerosi, oltre che la simpatica propensione della nostra gente di «affìbbiare» un nomignolo che rispecchi, in un modo o in un altro, qualche caratteristica fisica, intellettuale, morale, o addirittura che ricordi una qualche «impresa» di una determinata persona o famiglia.Questi strani nomignoli si sono tramandati nel tempo, di padre in figlio,in genere in forma dialettale, ed essendo dotati di una buona dose di fantasia e di umorismo qualche volta fanno sorridere, altre volte possono provocare l’effetto contrario,specie per l’interessato,che si risente.Qualcun altro ne mena vanto,quasi fosse un titolo nobiliare atto a renderte un onore particolare ad una stirpe di umili origini.In tal senso possiamo citare i “Virdò”.Addirittura,pare che si formassero dei club di famiglie con le iniziali della ‘Ngiura simili;come il, Club delle tre “P”: che,pare,fossero:Piticchj(spilorci),Postilli(piselli) e Posterai(tardivi),alle quali si aggiungeva la quarta,Pitirri,(Pettirosso).Ritenendo che “A’ ‘Ngiuria” crea un po’ di colore nei soliti grigi discorsi quotidiani,chiedendo scusa  per la citazione,riproponiamo una famosa formazione di calcio della Cona, che andava per la maggiore qualche decennio fa:

1) VIENTU

2) MUSA

3) PAPARINA

4) J OCIA

5) JERMANU

6) CARDDIDDHU

7)CACHELA

8) TIMPA

9) TAMBOZZA

10) SCANNAGATTA

11) MICUNI

Anche se oggi è presa come un gioco,un tempo la ‘Ngiuria era importante al punto che,spesso, essa era riportata nei documenti ufficiali,perché serviva a distinguere persone con cognomi e nomi uguali o  oppure molto simili.

RACCOLTA DI SOPRANNOMI CHIARAVALLESI

A Ciaffa,Pinnularu,Rosa a Sbentrata,Pietru u Murritusu,Vignedhi,jamba,Taralla’, E Vrasciola,Ciccio Panza,Puorru ,Puangiu, Pichichi ,Vitu do Pulitu, Mezzannotte ,Tirahumu

INCANTO DEI VOTI 2013 , PEPPINU E COSTATA ED I SOPRANNOMI

VISIONA I VIDEO

IL PERCHE’ DI ALCUNI SOPRANNOMI

Ciccio Panza : Non si conosce,con esattezza,il suo vero nome poiché la discrezione popolare vi ha steso sopra un velo pietoso.Era un panciuto personaggio che,attorno agli anni ’30 del 1900,era conosciuto con un appropriato soprannome:Cicco Panza.Costui era,infatti,considerato un mangione ingordo ed un beone incontenibile e la sua stazza fisica avvalorava quanto si narrava sulle sue  scorpacciate di vivande,vere presunte che fossero.Pare che,tra l’altro,sia stato protagonista di un pantagruelico pranzo in occasione dell’uccisione di un maiale  di una sua amica.Come vide il porco morto,si avvicinò ad una mezzana,tagliò un grosso pezzo di lardo,lo infilzò ad uno stecco di legno e lo arrostì sul fuoco.Quindi se lo pappò in un baleno.Poi si ingollò quattro piatti di maccheroni conditi col grasso rancido raccolto dalla parete della Coddara e,per secondo,si mangiò un bel piatto di fagiola condita col brodo delle frittole e pezzettini delle stesse.Il tutto lo annaffiò con una grossa cannata di vino che comare Rosa gli aveva messo davanti.Come ebbe finito di mangiare e bere disse:”Cù saluti!”. Fece per andarsene a casa,ma tutto quel vino l’ubriacò e tutto quel cibo pesante fece il suo effetto.Subito lo colse il sonno e Cicco Panza,mezzo intontito,finì nella Zimba a far compagnia al porco vivo.Si sdraiò accanto allo scifo e dormì profondamente,ronfando come un maiale.La morale  delle imprese mangerecce di Cicco Panza è che gli abusi del cibo e del bere,se sono esagerati e continui,oltre che a recar danni alla salute rendono chi li compie simile proprio ad un porco.

Mamau : una signorina era fidanzata da lungo tempo ma un giorno il fidanzato la lasciò.Quando qualcuno chiedeva della rottura del fidanzamento lei raccontava sembre la stessa storia : mamau mamau e pue mi dassau! Così la gente la indicava come quella e mamau …

CURIOSITA’
Sulla stessa via abitavano : Cedhazzu,Picciuni,Musciu,Micciu,uTuostu.
– Chiaravalle è un paese importante perchè abbiamo : u Re,u Duca,u Guvernu,u Consiglieri, u Papa.

TI PIACE QUESTO RACCONTO?

View Results

Loading ... Loading ...

.
.

Lascia un Commento