IMMACOLATA

 

IMMACOLATA

 

imma

E’ viva a’Mmeculata!

E’ Bettelemmitornava Maria
cu Giasieppi ,e stanca,pèbbia,
de’ pastori si fhermau o’fhocarieddhu
mu si caddija n’zemao ‘ Bambinieddhu…
Nàpitteddhuza cotta a’petrhacaddijata,
nàgucc’è latte,e’nnàbella piffarijata….
Pue,chiddhufhuocu,ardiua’ Luminari
e,a’nnà sonata de ‘ ciarameddhari,
nàstizz’ e’vinu,duzippulia’nnàvuccata,
nùcantu…Mò, nente! M è viva a’Mmeculata!
Peppe Sestito
Traduzione Esplicativa: Evviva l’Immacolata!…Da Betlemme tornava Maria con Giuseppe, e stanca,lungo la via, si fermò presso il fuocherello dei pastori per riscaldarsi assieme al Bambinello Gesù. Mangiarono una piccola pitta, cotta sulla pietra riscaldata, bevvero un goccio di latte e furono allietati da una bella pifferata…Poi, quel fuoco, divenne un grande falò e, al suono delle ciaramelle, si beveva un po’ di vino, si assaggiavano due zeppole, una appresso a l’altra.si intonava un canto mariano…Adesso, più niente!…Ma se pure l’antica tradizione è morta, l’Immacolata è, comunque, viva e non dimentica di assistere i cristiani!

 

immac

1 (22) 1 (26) 1 (28) 1 (29) 1 (32) 1 (35) 1 (38) 1 (39) 1 (40) 1 (41) 1 (42) 1 (43) 1 (45) 1 (46) 1 (53) 1 (63) 1 (64) 1 (65) 1 (67) 1 (68)